Chi Siamo   -   Contatto  Español  EnglishPortuguesAleman

RSS Comunicati pubblici dalle FARC-EP

Chi Siamo

1
0
1
s2smodern
powered by social2s

Le Forze Armate Rivoluzionarie di Colombia - Esercito del Popolo, FARC-EP sono un movimento rivoluzionario di natura politico-militare, fondato nel 1964 nella selva di Tolima sud. 

marulanda

I nostri fondatori sono 48 contadini della regione Marquetalia, una colonia agricola fondata da loro stessi dieci anni prima. I nostri principali leader sono stati Manuel Marulanda Velez e Jacoba Arenas, che hanno guidato la lotta fino alla loro morte, per cause naturali, molti anni dopo. 

All’inizio degli anni Sessanta, un’onda anti comunista ha percorso l’America Latina e i Caraibi, incoraggiata dal governo degli Stati Uniti, riassunta nella Teoria della Sicurezza Nazionale e guidata dal principio del nemico interno, sistematicamente istillato nei militari e forze di polizia del continente. Secondo questa teoria, l’intera opposizione politica, ogni forma di disordine sociale e qualsiasi espressione popolare attiva nella trasformazione economica, sociale o politica era considerata parte di un piano sovietico per il dominio del mondo e, pertanto, i nemici dovevano essere eliminati. Anche dopo la caduta del muro di Berlino, questa teoria ha continuato a essere applicata e ancora vige nel nostro paese.

Per varie ragioni storiche, la Colombia ha un passato di violenza politica dello Stato e di ribellioni armate, che sono state anche l'espressione della monopolizzazione del potere da parte delle classi borghesi e dei proprietari terrieri e la pratica di una politica di espropriazione della terra a favore dei grandi proprietari terrieri. Le colonie agricole, fondate dai campesinos cacciati dalle loro terre native, cominciarono ad essere considerate repubbliche indipendenti che andavano eliminate. Dopo gli attacchi sferrati contro le colonie di Marquetalia, El Pato, Riochiquito e El Guayabero sono nate le FARC-EP, come reazione armata e disposta a prendere il potere politico insieme alla non conformità e alla ribellione delle masse diseredate dalle campagne e le città.

22 71f67488b0857639cee631943a3fc6fa s

La nostra prima dichiarazione politica, conosciuta come il Programma Agrario dei Guerriglieri, afferma che abbiamo preso le armi, perché nel nostro paese ogni porta verso una lotta politica legale, pacifica e democratica è stata chiusa. Oggi, siamo migliaia di combattenti, donne e uomini, sparsi in tutte le regioni della nazione. Abbiamo trascorso quasi 52 anni di ininterrotta lotta politica e armata, opponendoci ad un sempre maggior attacco dello Stato, che ha sempre goduto del pieno appoggio del Pentagono e il governo degli Stati Uniti. Abbiamo incoraggiato lotte sociali e politiche in difesa degli interessi popolari e cercato in più occasioni di raggiungere un accordo di pace per porre fine al lungo spargimento di sangue che affligge il nostro paese. Però in ogni occasione lo Stato ha dato una risposta violenta e repressiva, utilizzando ogni tipo di metodo legale e illegale che impedisce alla Colombia di progredire, come massacri, esecuzioni politiche, espropriazione dei contadini, la guerra sporca, paramilitarismo e terrore.

Oggi, più che mai, alziamo la bandiera della pace e della riconciliazione tra i colombiani. Vogliamo ottenere un impegno definitivo dalle classi dominanti per sradicare la violenza in risposta al malcontento popolare. Vogliamo che il nostro paese costruisca la più ampia delle democrazie politiche, una democrazia che possa essere esercitata senza il rischio di assassinio politico, che apra le porte ad una efficace risoluzione dei problemi più gravi che colpiscono il popolo colombiano.

guerrillas

Siamo parte della marea globale che si erge contro l'imperialismo e il neoliberismo, contro la guerra, contro la distruzione ambientale, contro il patriarcato e tutte le forme di discriminazione fra gli esseri umani. Crediamo nell'integrazione dell'America Latina e dei Caraibi, crediamo che ogni nazione ha il diritto alla sovranità, a scegliere liberamente e democraticamente il suo destino, senza interferenze straniere. Sogniamo un mondo migliore, senza differenze economiche e sociali abissali, sogniamo di vivere in pace e armonia. Sogniamo un mondo in cui lo sfruttamento capitalista sia finalmente eliminato.

1
0
1
s2smodern