Chi Siamo   -   Contatto  Español  EnglishPortuguesAleman

RSS Comunicati pubblici dalle FARC-EP

Prigionieri Politici FARC in sciopero della fame indefinito

1
0
1
s2smodern
powered by social2s

Con il presente comunicato vogliamo rendere noto che tutti i prigionieri politici delle FARC-EP che si trovano nel carcere di alta e media sicurezza di San Isidro, Popayan, hanno iniziato uno sciopero della fame indefinito fino a quando le seguenti richieste non saranno soddisfatte:

1. Esigiamo il miglioramento del servizio sanitario di questa carcere dato che è attualmente molto precario, non ci sono medicine né specialisti. A questo si aggiunge la negligenza della guardia che dovrebbe garantire l’assistenza e portare all’ambulatorio i detenuti. Come nel caso avvenuto il 9 febbraio alle 3.45 quando il detenuto Marino Fernandez Puyo (TD: 2412) è stato colpito con una lama da un altro detenuto con problemi psichiatrici. Il compagno marino ha chiesto aiuto e assistenza medica per una settimana, ma la negligenza sistematica delle autorità hanno fatto sì che l’infezione risultata dall’attacco abbia condotto alla morte il compagno, il giorno 17 febbraio.

Questa è una realtà triste e continua che ha convissuto con noi, visto che purtroppo il caso riportato non è l’unico. Chiediamo al governo il miglioramento del sistema di salute che permetta condizioni di vita degne di un essere umano.

2. Chiediamo al governo nazionale di rispettare quanto ha sottoscritto negli Accordi di Pace e di accelerare i lavori nelle Zone temporanee visto che al momento non si è completato nemmeno il 20% dei lavori. Non si allunghi ulteriormente la scarcerazione dei detenuti politici, la legge di amnistia deve essere implementata, non facciamo il gioco dei nemici della pace.

Per quello che ci riguarda, noi, le FARC-EP, abbiamo compiuto e stiamo compiendo grandi sforzi per implementare e far avanzare quanto accordato.

I compagni che stanno partecipando allo sciopero della fame sono 97 prigionieri di guerra.

1
0
1
s2smodern