Chi Siamo   -   Contatto  Español  EnglishPortuguesAleman

RSS Notizie

La Giurisdizione Speciale per la Pace è un’opportunità unica per risarcire i diritti delle vittime: MOVICE

1
0
1
s2smodern
powered by social2s

Per Alejandra Gaviria, del Movimento di Vittime di Crimini dello Stato (MOVICE), la Giurisdizione Speciale per la Pace (JEP) è uno strumento estremamente importante che permetterebbe al paese di saldare un debito storico nel rispetto dei diritti delle vittime.

“In Colombia c’è un conflitto di decadi che ha provocato un enorme numero di vittime che non hanno visto rispettati i loro diritti, l’impunità supera il 90%”, ha detto Gaviria.

Secondo la rappresentante del MOVICE, gli attacchi del generale in pensione Jaime Ruiz, portavoce dell’Associazione Ufficiali in Pensione delle Forze Militari (ACORE), sono il riflesso di un paese che non conosce la verità del conflitto armato e che dimostra la necessità di un Sistema di Verità, Giustizia e Riparazione che garantisca i diritti delle vittime.

Durante l’udienza, il generale Ruiz ha segnalato che i membri della Forza Pubblica stanno affrontando una guerra giuridica e sono vittima di collettivi di avvocati difensori delle vittime dei crimini di stato. Per Gaviria il dibattito sulla creazione di questo Sistema di Verità, Giustizia e Riparazione, “colpisce molti interessi” perché garantire i diritti delle vittime alla verità, giustizia e riparazione “significa rompere uno dei privilegi, rompere un certo muro di impunità e rompere pratiche che di alcuna forma hanno beneficiato settori che sono stati impegnati nella guerra”, ha detto Gaviria.

Dall’inizio dei dialoghi sugli accordi di pace, le vittime dei crimini di stato hanno espresso preoccupazione per la mancanza di consultazione sui progetti di legge sul Sistema di Verità, Giustizia e Riparazione dicendo che non c’è né partecipazione né centralità delle vittime in questa implementazione.

Allo stesso modo di fronte ai commenti del generale Ruiz, Gaviria ha assicurato che per garantire che questi fatti non si ripetano bisogna creare una Commissione della Verità per sapere che e per quali motivi è stato coinvolto nel conflitto armato.

“Abbiamo visto come è stata attaccata una persona che difende le vittime dei crimini di stato e un simile attacco è possibile sono in un paese che non conosce la verità, per questo abbiamo bisogno di una Commissione della Verità, per fare in modo che qui non vengano persone che, per interesse personale, dicano che non sono mai esistiti i “falsi positivi” o che la Colombia non è il paese con il maggior numero di profughi interni”, ha detto Gaviria.

La rappresentante del MOVICE ha dunque sottolineato che è importante riconoscere il lavoro della Corte Costituzionale che ha convocato ed ascoltate le diverse voci di coloro che sono stati colpiti direttamente dal conflitto armato e ha aggiunto che le vittime hanno sempre dimostrato di aver speranza e tenacia nella lotta per la difesa dei loro diritti.

1
0
1
s2smodern